Primo premio per gli studenti del Liceo Scacchi alla BR41NBO – Brain Designer Hackathon

Buai hackathon

Brain hackathon 2

Si svolge a Bari in questi giorni il congresso internazionale di IEEE, Institute of Electrical and Electronics Engineers, la principale associazione mondiale nell’ingegneria dell’informazione. Tra le molteplici sessioni del convegno, si è svolta la maratona BR41NBO Brain Designer Hackathon, destinata a tutti i giovani ricercatori che volessero proporre e realizzare un progetto innovativo basato su una particolare interfaccia, chiamata “Unicorn Brain”, in grado di collegare direttamente mente e computer. Tra tanti studiosi provenienti da ogni parte del mondo, si sono distinti quattro giovanissimi studenti, i nostri coraggiosi e bravissimi Martina Vurro, Dario Lombardi, Alessandro Romano di 5E e Paolo Ginefra di 4I.

“Non appena arrivati nell’aula destinata alla competizione, abbiamo subito avvertito un senso di inadeguatezza, in quanto circondati da ricercatori universitari, ingegneri, designers, laureandi e personalità famose in ambito scientifico provenienti da tutto il mondo. E’ stato incredibile e allo stesso tempo sconfortante rendersi conto di essere gli unici liceali tra tutti i partecipanti al Brain-Computer Interface (BCI) designers Hackathon”.

Ma i ragazzi non si sono persi d’animo e, insieme ad una studentessa di Singapore che si è unita al team, si sono lanciati nell’impresa. Il progetto ha richiesto quasi due giorni di lavoro, con rare pause per il sonno, ma il risultato è stato sorprendente: “Mind the monkey”.

“Si tratta di un gioco per la riabilitazione di persone affette da Attention Deficit Hyperactivity Disorder (ADHD)”, spiegano i ragazzi, “che permette ai pazienti di migliorare gradualmente la propria capacità di concentrazione in un modo “out of the box”. Attraverso un “Brain-Computer Interface” (BCI) si leggono le aree di maggiore attivitá neurale del cervello umano, per poi poter elaborare i dati ottenuti su “Unity” (un motore di sviluppo per giochi)”.

La creatività e l’ingegno hanno meritato al gruppo, formato e accompagnato dalle proff. Bianca Fanti e Marina Muscarella, il primo posto in classifica ed un premio da 1000 dollari.

Complimenti ai nostri bravissimi studenti.